accedi   |   crea nuovo account

Non ti scorderò

Dentro al parco i cani corrono
inseguiti dai loro padroni. Ho fatto
un gran bene a venire qui, stamattina.
Leggo il libro che mi hai dato tu. Un libro
che pare scritto da un mendicante valoroso in quanto a umiltà
e semplicità. È bello qui, sai, il sole e il cielo e qualche
nuvola dispettosa. E c'è anche un venticello che solletica
i pensieri. Sembra un quadro di Monet questa situazione. Sai?
A un certo punto mi sono sdraiato sull'erba fresca, nell'ala
ovest del parco e ho cominciato ad estraniarmi, a concentrarmi
solo su tutto ciò che mi circondava. Ti ho pensata. Ho pensato
a quando venivamo qui insieme. Ricordi?
Oggi voglio essere assente, voglio che il vento porti via
tutta la rogna e il sudiciume accumulato nei giorni.
Sarebbe bello se tu fossi con me. Sarebbe bello te lo giuro.
Ti dedico questa poesia. Non ti scorderò. Questo lo so.
Non ti scorderò.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 26/08/2015 13:30
    Bella. Nel finale tutto l'amore che provi ancora...
  • Vincenzo Capitanucci il 24/08/2015 13:18
    bella.. mi piace tantissimo il Tuo fare poetico.. bravo...

2 commenti:

  • Anonimo il 24/08/2015 23:10
    nostalgia... una parola che salta fuori anche in una passeggiata.. così... e verso il finale diventa rimpianto... bella
  • Rocco Michele LETTINI il 24/08/2015 11:07
    A tutta franchezza in una sequela eccezionalmente pregevole.
    "Non ti scorderò: è il cuore a dirlo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0