username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Nel proprio cuore

L'amore finisce
come acqua fatale
nell'uomo s'arresta.

Per convenzione soffre
in corsa come baio al vento,
crede nei versi baciati di lei,
la convince che freme e si ostina.

È un animale malato
cosciente di avidità.

Si sveglia in una calda sera
e benedice la sua sofferenza.

Và ora dirle la verità
che è un deserto di sabbia
inquieto come vento ch'esagera.

Mai il pentimento che logora,
solo il diritto di non morir d'amore.

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 29/09/2015 14:54
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua stupenda!

4 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 07/04/2016 10:18
    Mi piace. A volte siamo più malati di avidità che di sentimento.
  • Fabio Realacci il 23/10/2015 11:03
    Siamo ad ottobre... grazie e mi scuso.
  • loretta margherita citarei il 30/09/2015 04:04
    belle e sofferte riflessioni, piaciuta molto
  • Domiziana Gigliotti il 01/09/2015 17:29
    Tante pene nel cuore..., il pentimento che logora... quando:
    "L'amore finisce
    come acqua fatale
    nell'uomo s'arresta. Saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0