PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Laura

Un'ora fa sono uscito nella veranda.
C'era vento e una leggera nebbiolina
rendeva tutto per così dire surreale.
Ho pensato a Laura. Laura amava la nebbia.
Mi sono immaginato con lei a sorseggiare
del tè caldo, proprio davanti alla finestra
leggendo un libro o ascoltando musica,
parlando del più e del meno, quasi fraterni.
Riconosco questo di buono in me: delle
donne voglio prima conoscere il carattere,
le voglio prima scoprire in maniera
aulica, non mi interessa la carne, almeno non subito.
Fatto sta che sono entrato dentro e mi sono
subito messo a scrivere. Laura sarebbe stata
felice leggendo questa poesia.

 

0
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/08/2015 12:47
    Un riflessivo che piace... Il mio elogio.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0