PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Forse è meglio così

Il quotidiano è un sugo semplice:
pomodoro, aglio o cipolla,
olio, prezzemolo o basilico.

Se non fosse per un fiore pastellato
o qualche filetto fritto di baccalà
a volte sarebbe molto meglio
non esser mai venuti qua.

E questo è il massimo dell'aspettativa
se pensiamo a chi non ha pomodoro,
aglio, cipolla, olio
figuriamoci il fiore o il baccalà.

Non ha possibilità di sapore,
si accontenta dell'odore,
che però crede sapore
perché non ha sapere,
oppure non vuole vedere
e forse, è meglio così.

 

4
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Marco Galvagni il 12/09/2015 01:02
    Non ha possibilità di sapore, si accontenta dell'odore... in questi semplici e significativi versi la sintesi di una bella poesia che ci ricorda purtroppo quanta povertà ci sia al mondo e quanto dura la vita sia per molti.
  • Don Pompeo Mongiello il 01/09/2015 19:06
    Con questo sugo, che io chiamo alla sciué sciué, io condisco gli spaghetti e me li mangio con gran gusto. Basta sapersi accontentare. Brava!
  • Rocco Michele LETTINI il 01/09/2015 15:12
    Un verseggio che lascia pensare... Tanti sono protagonisti della tua sentita et mirata poesia. Lieto meriggio.
  • Anonimo il 01/09/2015 12:47
    Gli ingredienti sono gli stessi, ma chissà perché il sugo degli altri ha un sapore diverso dal proprio... eppure basterebbe poco per non fare brutta figura, affermando che il condimento è sublime quando si maschera la realtà con una sconosciuta pastella.
    Il suo ricettario ha sapore, odore, sapere. Eccome!
    Sarebbe stato meglio sbaragliare i cuochi alle prime armi o lasciare una cucina dai soliti stantii odori e sapori, ma è anche vero che alla fine il sugo non ha mordente. Io sento che quello suo è tipicamente napoletano... che bontà!
  • Vincenzo Capitanucci il 01/09/2015 11:35
    un Fior di bacca là è la vita.. tanta lacrima d cipolla e poco sugo.. mentre una voce dai ghiacci dice.. trovaci siamo il Tuo sapere.. il Tuo sapore.. Find us... Findus.. piaciutissima Silvia.. sapore. odore.. sapore sapere.. vedere.. sentire.. sentore.. e per molti è un sentore di nulla..

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 12/09/2015 09:07
    Ringrazio tutti Marco, Edoardo, Arabesk, Rocco, Pompeo, Vincenzo, Gianni e Domiziana per aver lasciato traccia della loro lettura con un commento che gratifica molto. Grazie
  • Gianni Spadavecchia il 12/09/2015 08:45
    A volte è meglio credere di avere qualcosa che non si ha, per illudersi che qualcosa vada un po' meglio della realtà.
    Il quotidiano è anche questo. Piaciuta.
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 01/09/2015 19:27
    Dietro queste parole ci sono tanti significati ma... quello che spicca di più, agli occhi miei, è che c'è tanta gente che muore di fame... e si contenta di poco... ma poi si ammala prima di tutti e muore.
    Spero vivamente che nessuno capiti mai nella cucina del clone, qui ed ora presente come Bonomo/Gigliotti... che chissà che miscuglio d'ingredienti, messi alla rinfusa e senza criterio... potrebbe preparare per un sugo clonato... avvelenando i divoratori di "contraffazioni"!!!

  • Domiziana Gigliotti il 01/09/2015 17:25
    Il testo ha pochi e semplici ingredienti ma..., ricco di "sapori" che sanno di una vita che non ha speranza.
  • silvia leuzzi il 01/09/2015 12:51
    Caro Edoardo la ringranzio per il suo commento davvero simpatico
  • silvia leuzzi il 01/09/2015 12:46
    Grande Vic tu sì che mi capisci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0