accedi   |   crea nuovo account

La stella (Arcana XVII)



dove posasti con tanta cura
e
grazia

la purezza del Tuo grembo

nacque
una stella

e
mi fu

cosi vicina da essere

il timbro
dei miei giorni


nella mia voce udirai

il fluire
di un luminoso assenzio

ancorato
alle nudità

e
alle ferite inflitte dalle tenebre sul corpo della terra

 

4
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/09/2015 06:45
    La prima stella della vita? Il nostro apparire al mondo! Fantastico verseggio.

1 commenti:

  • Marysol il 04/09/2015 16:51
    T'illumina i giorni la purezza d'un grembo, il simbolo della vita,
    e ti purifica, anche se sei cosí umano, ed ancorato ai desixeri terreni.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0