PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sostanza intima e restaurazione

Può essere pericoloso rifugiarsi
sul tetto delle nubi
rinunciando al
conforto
Onde
di
cristallo
suggeriscono che
dispiacersi è questo
perdere la propria sostanza intima

Un'anima l'ha portata da molto lontano

Improvvisamente privato dell'illusione
un ministro non può sopravvivere se non
poche ore alla scomparsa della sua regina
Testimone ultimo di un mondo riapparso
sia pure per poco.

 

l'autore roberto caterina ha riportato queste note sull'opera

Nell'ultima strofa si allude allo strano destino di Mary Tudor e Reginald Pole morti a poche ore di distanza


4
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 08/09/2015 10:59
    Un modo stilistico originale davvero!
  • Anonimo il 04/09/2015 17:12
    Grandi atmosfere in un poesia raffinata e intensa...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/09/2015 06:59
    anche il corpo non può sopravvivere a lungo... forse qualche ora di coma l'anima... ora mentre i chirurghi cercano di dargli ancora un po' di vita.. mentre i parenti più stretti (cuori polmoni fegato e gambe) si chiedono.. guardando in un sfera di cristallo.. ( o di un Cristo in stallo se preferiamo parlare chiaro )ma perché se ne andata.. forse la trascurava.. non la trattava forse come una vera regina? Magari viveva sul tetto delle nubi.. cercandola in Cielo.. e perse così la su intima essenza.. Restaurare.. riportare il re sul trono.. come fatto storico fu di una noia mortale.. tanto che alcuni rimpiansero anche quel pazzo di Napoleone..

    ******
    un'anima l'ha portata da molto lontano.. ma non si riesce ad installarla in modo definitivo.. dopo un totem d'anni c'è un rigetto...
  • Rocco Michele LETTINI il 04/09/2015 06:39
    Meditato verseggio imbastito con la tua solita dedizione all'immensità del poetar. Lieta giornata.

2 commenti:

  • Marysol il 04/09/2015 17:34
    Dispiacersi é un po' morire... abbandonarsi ai sentimenti, senza fuggire sulle nuvole, al di là di tutto.
    Bella Roberto, vero è che un'anima non sopravvive senza il suo amore...
  • Vincenzo Capitanucci il 04/09/2015 07:05
    Sos-stanza.. resta aura (oro di-Rà in azione..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0