PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Social sharing

Mi piace questa idea di vero social sharing
di uno scambio psicologico sì
ma di certezze
che possono
essere
tue
e
mie
Non
è questo
condividere
lontano dalla fedeltà
a una vetta da conquistare
con ardore perché le emozioni pur
vissute da tutti appartengono alla vita
di ogni singolo viso, d'ogni voce e movimento

Ma il segreto è il tempo
Tutti potranno non immaginare,
vivere un giorno splendido. Gli altri giorni
saranno, come sono, meno luminosi per tutti.

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 08/09/2015 10:56
    Condivisa ed apprezzata questa tua andante sulle corde del violino del tempo.
  • Anonimo il 05/09/2015 19:37
    L'esigenza di condividere le nostre emozioni... bellissima complimenti!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 05/09/2015 10:15
    Vivere un giorno splendido... è ritrovarsi in spazi romantici... La poesia che va, Roberto. Lieto weekend.
  • Vincenzo Capitanucci il 05/09/2015 06:59
    ecco il vero tesoro.. condividere le nostre emozioni.. donare un giorno splendido.. anche a chi non sa.. immaginarlo...

1 commenti:

  • Fabio Mancini il 05/09/2015 08:39
    Anch'io condivido il fatto che le emozioni appartengono alla vita, ma noi che scriviamo tentiamo di raccontare il nostro vissuto, rievocando fatti ed emozioni. La scrittura è infatti un mezzo di trasmissione che forse tu sottovaluti un poco, quando sottolinei che la vita è la vita e poni la poesia al di fuori del vissuto. Io invece credo che si può vivere con la poesia dentro, cioè con la capacità di essere teneri senza essere necessariamente deboli, che si può vivere romanticamente senza essere necessariamente evanescenti. La vita si può anche immaginare, ma meglio se la si vive con quello che si è e con quello che si ha. Non mi piacciono nemmeno quei ghirigori geometrici che concedono molto alla grafica e molto poco alla bellezza del verso, all'intensità espressiva e via dicendo. Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0