username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Perché ti sposo

Ti sposo perché sei la mia bambina,
ti sposo per averti sempre accanto.
Ti sposo perché tu mi sia vicina
e questo sia nel riso che nel pianto.

Ti sposo ché non riesco a immaginare
quanto nefasta e cupa è la tua assenza.
Ti sposo per poterti accompagnare
lungo il cammino della tua esistenza.

Ti sposo per averti come amica:
in te la mia serena confidente.
Non m'è di nessun peso la fatica
se tu sei qui con me, sempre presente.

A te il mio primo gesto del mattino.
A me la tua espressione allegra e seria.
A te tutto il mio esserti vicino.
A me tutto il tuo essere Valeria!

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Carmine Impagnatiello il 13/09/2015 13:24
    Comm è fortunàt a' vostra Valeria! È parolè song miele ca' addolcisc o' cammin verso' o' matrimoniò. Auguri!
  • Vincenzo Capitanucci il 13/09/2015 04:21
    Sei la mia Stella.. la mia Venere del mattino.. e con tutto il mio essere Ti sposo.. Bellissima Giuseppe... parole in danza che danno gioia al cuore...

5 commenti:

  • Giuseppe ABBAMONTE il 20/09/2015 08:03
    Ciao Nicola. Sono certo che stai portando la cultura italiana sul lims teutonico e di questo tutti dobbiamo esserti grati. Il tuo commento è come sempre geniale, specie per gli elementi di novità che contiene. Ignoravo si potessero scrivere composizioni in punta di ipotalamo. Il fatto di essere riuscito in tale impresa semplicemente mi lusinga. A parte gli scherzi. La composizione è senz'altro leggera e tale voleva essere. Derivata dall'esperienza e dal ricordo. Ispirata dall'occasione ed evidentemente dall'ipotalamo. Un caro abbraccio. Giuseppe
  • Nicola Saracino il 13/09/2015 21:45
    Epitalamio lieve e vago, direi in punta di ipotalamo. Parole poste sulla bocca dello sposo, che immagino lietissimo del fatto che tu abbia dato voce ai suoi sentimenti O sentimenti alla sua voce? Che l'Amministrazione scelga la soluzione più favorevole per l'amministrato... Qui Nicola, dal limes, dove scalpitava Ariovisto ai tempi del sor Cesare.
  • Giuseppe ABBAMONTE il 13/09/2015 17:21
    Grazie a tutti. Una piccola precisazione. Non sono io a sposarmi (l'ho già fatto una volta 28 anni fa e... funziona sempre benissimo) ma un mio carissimo collaboratore che, si vede lontano un chilometro, è davvero molto innamorato della sua Valeria. Io ho semplicemente cercato di immedesimarmi in lui, rammentando anche i sentimenti che provavo quando a mia volta mi sono sposato.
  • Ellebi il 13/09/2015 12:19
    Sono tutte ottime ragioni per un matrimonio, complimenti per i versi e un saluto.
  • Antonio d'Abbieri il 13/09/2015 10:29
    A te il mio primo gesto del mattino... In questo verso c'è tutta la delicatezza di un sentimento autentico. Il ripetersi di un gesto sempre uguale e sempre 'vitale'. Il perpetrarsi di una silente e delicata dichiarazione d'amore.
    Molto bella e apprezzata anche dalla mia Musa.
    Saluti, Antonio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0