accedi   |   crea nuovo account

Parca la notte

Parca la notte
del moto scevro

degli occhi in fuga
dal ventre silenzio
che ci ha traditi.

La croce distante
estingue la corsa

alla crapula terra
ancora putre
di noi, torma caprona.

Ogni palpito frange
improvvisi di cielo
lì dove sbiancano
gli uomini, l'anima.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0