accedi   |   crea nuovo account

Dimenticati di me

Dimenticati di me
Quando cadono le foglie,
accogli l'inverno che viene in te:
è già natale!

Sono stato solo un sogno passeggero,
il feto di un pensiero,
un errore.

Riponimi tra le robe vecchie della vita
quelle che stanno lì a far la polvere,
non sprecare secondi importanti a pensarmi.

Rinchiudimi nella lacrima mai versata,
o troppe volte versata,
dimenticati di me,
dimenticati del fatto che presto o tardi
tutto torna a galla.

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 24/09/2015 09:37
    dimenticati di me.. è tra le parole più dure che si possano dire..è un amore finito.. senza speranza.. e per non far polvere e non perdere tempo.. dimenticati di me.. suona come un regalo... di un triste natale.. Sempre bravissimo...

3 commenti:

  • frivolous b. il 24/09/2015 13:23
    Grazie a tutte e tutti, soprattutto a vincy... bravo a te che hai carpito il senso di questa mia poesia!
  • silvia leuzzi il 24/09/2015 13:00
    La ricerca dell'obblio, del grande e confortevole Nulla. Purtroppo le storie d'amore finiscono a volte con un Dimenticati di me. Caro Fri tvb
  • Chira il 24/09/2015 10:34
    ... io gli urlai addirittura "sono morta per te", ma era solo disperazione e dolore ma non capì... Ho provato a sostituire il "dimenticati" con il "ricordati" e i versi mi suscitano la stessa emozione di un amore caro che poi tanto finito non è. Bella bella Fri!
    Chiara





    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0