username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Solitudine degli oggetti

Luoghi
che la mia presenza fa esistere
e che
lontano da me
si addormentano
in attesa che il mio sguardo li svegli.

Solitudine degli oggetti
resuscitati da una mia carezza.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Emiliano Francesconi il 04/01/2014 07:24
    Molto bella, sai questo tuo capolavoro mi fa pensare alla mia casetta al paese in abruzzo, ci vado si e no 2 volte l'anno e li ci sono oggetti che mi ricordano l'infanzia passata ed ogni volta che ci vado e' come se si ravvivassero donandomi emozioni forti ed antiche sensazioni piene di bei ricordi e foti passioni!!!! Un saluto e grazie per questi bei versi!!!!
  • Enrico Ferrini il 25/08/2010 20:51
    bella bella bella! le cose resuscitate dalla tua presenza... ha una verità gigante dietro questa poesia
  • Salvatore Ferranti il 28/10/2009 10:25
    piaciuta
  • Anonimo il 20/10/2007 12:40
    Ammiro tanto chi con pochi versi riesce a fare poesia.
    Ciao Enzo
    Angelica.
  • laura cuppone il 14/10/2007 18:28
    lui è fermo.. dentro.. solo..
    noi siamo vita.. in vita.. e l'animiamo..
    una stanza, una sedia...
    bellissima la tua carezza di vita..
    ciao L
  • roberto mestrone il 14/10/2007 17:42
    Pensiero molto profondo...
    Gli ultimi due versi molto suggestivi.
    Bravissimo Enzo!
    Ro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0