accedi   |   crea nuovo account

Zibaldone 4 ( siamo il verso inesploso di una poesia infinita )

Infinitamente Uno

L'abbraccio
scese
come il giorno nella notte

nello sguardo
ci rese
infinitamente Uno

****

Siamo il verso inesploso di una poesia infinita

Se all'essere sottraiamo l'Es
o
il Sé più profondo

otteniamo una serie quasi interminabile di buie sere senza sogni

l'essere
nella sua essenza arcaica e eterna

è
l'arca
di un universo inesploso


[Nda ( o dna)dal Tabulato del monte Tabor]

****

La paura del seme di mais (il mai del per sempre ed il controsenso di un profumo d'Amore )

... abbiamo paura di esplodere... di diventare troppo buoni.,. e di essere mangiati.. da uno Spettatore incauto o troppo distratto dal guardare un vecchio film in un cinema di periferia...

L'essere buoni ci fa più paura che quella di essere cattivi..



****


Sulla castità

... se togliessimo l'abuso della castità imposta.. e divenisse una libera scelta anche per un uomo di Dio... l'anima sarebbe sicuramente più casta... ci sarebbero meno abusi ecclesiastici sui minori...

12

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea il 28/09/2015 20:24
    sono talmente colte le tue riflessioni che mi fanno sentire così piccolo, comunque credo che sarà difficile inventare un altro
  • Don Pompeo Mongiello il 28/09/2015 06:47
    Un plauso dovuto per questa tua straordinaria!
  • Rocco Michele LETTINI il 28/09/2015 05:57
    La tua riflessione si fa espressione di rettitudine, che tanto s'assenta. Straordinariamente sublime... questo tuo zibaldone. Lieta settimana.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0