accedi   |   crea nuovo account

Casta

Sembr'a me che l'astro d'or ferisse
li verdi occi tui divini,
lo volto tuo coprisse

e tu: "Lo 'ganno de la vista
ne lo falso t'à portato
et i da la cosa ormai son dista"

"Oh mona mea diletta
perdonar devi sto ser maldestro
a nun aver la tu virtù eletta"

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 30/09/2015 06:14
    bellissima Don.. quanto siamo maldestri a volte di fronte agli occhi della Virtù ..
  • Rocco Michele LETTINI il 29/09/2015 18:43
    TERZINE ECCEZIONALMENTE INDICATIVE... SUPERLATIVO IL VERSEGGIO...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0