username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Come panni ad asciugare

Decanta il vino nel tino,
decanta ma non è un canto
è sordida angoscia
tagliata a fette come
carne sanguinolenta.

Lievita la pasta del pane,
lievita ma non alleggerisce
nelle bolle d'aria
il petulante strazio
di cui mi sazio.

Non siamo neppure appesi
come foglie d'Autunno,
piuttosto stesi
come panni ad asciugare
in una giornata di burrasca!.

 

3
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/10/2015 17:22
    Un plauso tutto meritato per questa tua stupenda!
  • vincent corbo il 03/10/2015 10:33
    Incisiva e sprezzante, come il pensiero che illumina i giorni.
  • Vincenzo Capitanucci il 03/10/2015 06:27
    mi piace.. come panni ad asciugare
    in una giornata di burrasca!.
  • Rocco Michele LETTINI il 02/10/2015 19:11
    Acuto verseggio da interpretare intensamente... Strofe reali mirabilmente metaforizzate. Qui sei una maestra Silvia.

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 03/10/2015 18:09
    Oi Vincent è sempre un gran piacere trovare un tuo commento. Grazie e buona domenica Silvia
  • silvia leuzzi il 03/10/2015 07:30
    Vincenzino grazie amico
  • silvia leuzzi il 02/10/2015 22:30
    Grazie Rocco sempre attento cosa che non riesco a essere io. Grazie Chira grazie del tuo commento un abbraccio a tutti e due
  • Chira il 02/10/2015 17:41
    Immagini forti ed efficaci per un fondo di consapevole disagio e tristezza. Un abbraccio!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0