accedi   |   crea nuovo account

Han sete i miei occhi di tracciare splendori

Han sete i miei occhi
di far fiorir le stelle di creare magie di aprire cieli notturni

e questo bastò
a tracciare sulle nudità del Suo corpo

fontane

sentieri di eternità

ed
immensi splendori

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 03/10/2015 18:15
    ma che belle immagini che si susseguono e si allargano a ventaglio fino ad abbracciare il lettore. Grande Vincenzino scusa se ti seguo poco ma il tempo è tiranno e sto sito un macello ahahhahh ciao amico
  • Rocco Michele LETTINI il 03/10/2015 10:59
    sentieri di eternità per incamminarsi in immensi splendori. È il Pararadiso che decanti Vincè mirabilmente...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0