PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La casa altrove

Hanno
una casa altrove
i Poeti

hanno
stanze dal volto fanciullo

nicchie
linee curve
ed arabesche

arredate
da candelabri di labbra e illuminate da tappeti volanti

e
anche se fuori fa freddo e tutto è notte

hanno
una tenda sollevata donante sempre sul sole

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2015 12:59
    Hanno del diverso i poeti... Mirabili versi Vincè
  • roberto caterina il 04/10/2015 09:26
    sì così è la casa anima dei poeti...

2 commenti:

  • Marysol il 05/10/2015 15:27
    Bella Vince, ci vedo il tuo animo, cosí proteso verso l'armonia poetica, ed anche se il mondo implode nell'oscurità del male, tu e loro, avrete sempre gli occhi pieni di raggi di sole...
  • Gino il 04/10/2015 21:57
    È un trittico (ZIBALDONE 9, MANICOMIO, LA CASA ALTROVE) molto bello questo di Vincenzo Capitanucci, geometrie sonore; si, arabeschi di suoni e colori che scaturiscono freschi, nuovi dalle nicchie dalla casa del poeta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0