PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'isola che non c'è

Ripercorrendo l'orme
dei miei antichi passi
ho udito le struggenti
grida dei miei primi
compagni, perdersi
lontanamente nella via.

Ho visto la vetrina in cui,
per un infinito batticuore,
luccicanti sfere natalizie,
hanno riflesso l'incantato
stupor della mia infanzia.

Come vorrei tornar qui
dove tutto ebbe inizio;
il pensiero è l'unica via,
ogn'altra è ormai preclusa.

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0