username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Malattia

Ho dato i migliori anni della mia vita alla malattia
Cancro della testa che invade lo spazio vitale
Neuroni dispari
Concavi e convessi
Vita in decadimento
Pancia che cresce con cosce fuori misura
Visioni altalenanti di fantasmi protozoici a uffa
Resilienza zero resilienza mai

Ho dato i migliori anni della mia vita
E oggi mi sento una persona nuova
La malattia ti insegna a vivere
Ma forse è tardi vivere quando i passeri hanno smesso di cantare
E le calendule smesso di fiorire

Ogni giorno è una punizione nuova
Quando la vita ci si mette diventa terribile
Sostanza organica disciolta in un lago di acido

 

4
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Carmine Impagnatiello il 09/10/2015 14:52
    Non vi abbattete, in voi l'elogio della speranza.
  • Domiziana Gigliotti il 09/10/2015 09:35
    Bisogna insistere con una resilienza efficace per far fronte alle avversità della vita e dare vigore al proprio corpo. Le sofferenze... ci conducono a riflessioni sull'importanza del dono della vita. Serena giornata
  • Rocco Michele LETTINI il 09/10/2015 06:39
    La malattia insegna a vivere... Riflessivo quanto maestro nella tua eccezionale sequela. Lieta giornata.
  • Vincenzo Capitanucci il 09/10/2015 05:40
    ... Resilienza zero resilienza mai... infinitamente infranti..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0