PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ballo dell'obesità

Il Big Mac mi scioglie lo stomaco

L'arancina fermenta nella mia pancia farfalle di zolfo

La carbonara è fatta con le uova dell'imperatrice
uova mestrue di gallina incoronata

Coi fish and chips ci gioco a nascondino
mi nascondo dietro il languore e li acchiappo di soppiatto

La margherita è la pizza della regina
mettiamoci dentro qualche fungo allucinogeno e un pizzico di colesterolo in eccesso

I maritozzi me li porto a scuola
me li mangio quando il professore spiega l'inferno di Dante

LSD torazina efedrina cocaina e morte
la mia droga si chiama cibo, capitemi
non ho nient'altro dalla vita che questo.

 

3
1 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 11/10/2015 08:35
    Tutti cibi leggeri e saporiti, che se non ci fossero bisognerebbe inventarli. Soprattutto il big mac.
  • Glauco Ballantini il 10/10/2015 13:51
    "Sembra sentirlo ancora dire al mercante di liquore, tu che lo vendi cosa ti compri di migliore" Ognuno sceglie i fini e i mezzi, fini e mezzi sono in due liste sovrapponibili.
  • Rocco Michele LETTINI il 10/10/2015 10:39
    IRONIZZANDO... HAI DECANTATO UNA TEMATICA, CON DILIGENTE MAESTRIA, DI CUI TANTI NE SONO PREDE...
  • roberto caterina il 10/10/2015 10:16
    Ti capisco benissimo essendo obeso e capisco benissimo la sensazione di non avere altro che cibo... nonostante la drammaticità della prospettiva il poem ha una sua leggerezza..
  • Vincenzo Capitanucci il 10/10/2015 07:17
    il cibo... a volte rimane solo quello come ultima alternativa per riempire un vuoto esistenziale.. non è forse questa cari miei Signori.. dopo sesso armi e droghe... la danza del mondo occidentale.. allora se la margherita è la pizza della regina.. io mi faccio con qualche fungo atomico di colesterolo.. una splendida quattro stagioni.. Vivaldi.. ? non so.. chiedete al maritozzo mio mentre mi spiega l'inferno di Dante.. sempre un piacere leggerti Ferdinando.. sono opere le Tue traboccanti di vita.. dove con scioltezza ed umorismo a volte.. affronti gravi problemi di vita.. su fb vanno alla grande.. e chi non si scandalizza per alcune cose Ti ama... bravissimo..

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 10/10/2015 07:29
    condivisa sulla mia pagina di fb.. con un bel quadro in danza.. di Botero..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0