PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Cosmica armonia

Mi alzo presto
e il cielo mattutino
già mi regala
la prima nuvola rosa
e l'intonato coro
degli uccelli
risponde
a tanta bellezza
con il primo cinguettio
simile a festosa preghiera.
Un pettirosso, in volo radente,
mi sfiora il viso.
Ardita m'innalzo
e lo raggiungo.
Supero mare di lontananza,
scalo montagne di insignificanza
immergendomi
in fiume di purificazione,
ritrovo strade di speranza.
Ora veloce corro
verso luogo santo
di mia lontana giovinezza.
Ecco, che in filigrana di luce,
Assisi appare.
Mi sorride Santa Maria degli Angeli,
con dentro la mia Porziuncola,
spingo porta di fede
e a lungo sosto
nel Santuario amato.
Ora, in vicina - lontananza,
ritrovo le tortorelle amiche
che mi riconoscono festose.
M'inonda un'iride di pace.
Rifugiandomi in arcobaleno colorato
esulto in Te, o mio Signore.

 

3
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/03/2016 16:45
    Un plauso floreale primaverile per questa tua eccezionale!
  • Rocco Michele LETTINI il 12/10/2015 09:02
    "Esulto in Te, oh mio Signore"... È il solo che ci è rimasto... Adorabile verseggio. Felicissima giornata Rosarita.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/10/2015 07:37
    Ardita m'innalzo
    e lo raggiungo... il pensiero è più veloce della luce.. e crea armonie cosmiche..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0