username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il blues del cretino

E allora qual è la problematica?
Il problema è che non conosco bene le parole
Tutti i poeti conoscono bene le parole
Hank Bukowski le conosceva bene le parole
Anche Rimbaud, Allen Ginsberg, Gregory Corso
Gregory Corso le conosceva a meraviglia
Le faceva danzare sulla graticola dell'infinito
Seppur ci metta dentro tutte le energie
Non riesco ad accostarle in modo artistico
Ma in fondo cos'è l'arte?
L'arte è un modo come un altro per farci sentire vivi
E io? Cosa sono io?
Sono forse un artista? Sono forse un poeta?
No! Benedetto Croce diceva che dopo i diciott'anni
A scrivere poesie sono solamente i poeti e i cretini.
E allora che questo sia il blues di un cretino
Perché è come una malattia quando ti prende
Quella di scrivere intendo
Ti metti soppiatto e cerchi di far confluire in un unico punto tutte le energie.
Poesia, che bella parola
Riuscissi a rintracciarne anche solo un profumo
mi sentirei felice.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 13/10/2015 17:20
    le conoscevano bene parole.. e le facevano danzare sulla graticola fino all'infinito.. Si sente che hai amato la beat-generation.. Ferdinando e nei fai parte... alla grande.. da una stagione in inferno.. fino alle illuminazioni..
  • Rocco Michele LETTINI il 13/10/2015 11:23
    Poesie che chiedono il reale vivere... Acuti, come sempre, dai tuoi straordinari versi.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0