accedi   |   crea nuovo account

Vintage

Ho ancora il sapore negli occhi
e sento il profumo nel cuore
che tempi!, signori, che tempi!
Ormai son ricordi lontani.

Mio nonno trattava una vacca
rammento lo chiamavan sensale
bastava una stretta di mano
a firmare un contratto d'onore.

Mia nonna patate alla sugna
l'odor si spandeva in giardino
e il latte sapeva di latte
il vino sapeva di vino.

I giorni correvano lieti
saziati dal poco e dal niente
che davano un senso alla vita
che allora sapeva di vita.

 

3
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 14/10/2015 12:02
    la qualità si è persa... nei sapori delle cose.. e anche nella parola data.. una volta bastava una stretta di mano.. ora firme su firme e davanti ad un notaio.. quasi a voler dare alla vita.. un senso perduto... molto bella Andrea...
  • Rocco Michele LETTINI il 14/10/2015 06:46
    "I giorni correvano lieti
    che davano un senso alla vita".
    Nostalgia decantata meravigliosamente in superlative quartine. lieta giornata Andrea.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0