username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Essere libellula

Fai in modo di essere libellula
giù dalla violenza spazi verdi incontaminati.
Imbraccia un fucile, il fucile della tua generazione
e spara parole d'amore come fossero frigidi proiettili di piombo.
Osa mascherarti da pagliaccio e lascia che il mondo
si perda in una grassa e roboante risata -fare ridere gli altri
è il massimo a cui dovremmo ambire.-
E se tutto questo ti viene troppo complicato
allora sii il poeta delle piccole cose
un gesto d'amore, l'annusare un fiore, un salto sui tetti della città morente
combina tutto questo insieme
conoscerai te stesso, non sprecare questa ghiotta occasione, non farlo.
Ne va della tua vita e della sorte del mondo.

 

5
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessio magnaguagno il 14/10/2015 14:36
    È stato emozionante leggerla, quasi un dejavu di quello che pensavo questa mattina per ragioni forse lontane, ma le tue parole sono stato un balsamo per l'anima che si sentiva un po' offesa e un po'indifesa, è fulminante come il prologo dei Pagliacci, forte come il grido di libertà degli uomini liberi, grazie e a presto rileggerti.
  • Vincenzo Capitanucci il 14/10/2015 12:07
    sii un pagliaccio.. o un poeta.. fai ridere.. o crea emozione.. parlando delle piccole quotidiane cose.. è l'occasione per conoscere Te stesso.. ed il palio in gioco.. è immenso..
  • Rocco Michele LETTINI il 14/10/2015 06:47
    Una poesia che si fa messaggio di vita. Eccezionale Ferdinando. Serena giornata.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0