username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Parto e resto qui

quel bosco di faggi e' la foresta
e l'ansa del fiume la mia spiaggia
grattacieli che toccano il cielo
le montagne in un giorno sereno
parto e resto qui
ripercorro i sentieri di sempre
parto e resto qui
l'aereo e' gia' un punto lontano
non so quanto il viaggio puo' durare
ma so che qualcuno mi aspetta
parto e resto qui
Venezia o New York cosa importa
l'Australia la Cina
parto e resto qui
chiudo gli occhi e vado...

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 17/10/2015 08:40
    parto e resto sempre qui.. e questo è il nostro meraviglioso e orribile viaggio.. piaciutissima Eurofederico..
  • Rocco Michele LETTINI il 17/10/2015 06:11
    Una sentita et intensa sequela... Partire per mete di gaudio: poco importa dove. IL MIO SERENO WEEKEND.

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 17/07/2016 11:01
    Bello. Viaggiare con la mente mentre il corpo è sempre lì, apparentemente.
  • Ugo Mastrogiovanni il 17/10/2015 12:49
    "Quanto è tristo il passo di chi, cresciuto tra voi, se ne allontana" I tuoi eccellenti versi mi ricordano il Manzoni ed è ancora più forte e apprezzato quel tuo "parto e resto qui"
  • AlfaCentauri il 17/10/2015 12:37
    Nei primi due versi ci sei tutto tu; nell'abbraccio di un'ansa o tra i segreti della foresta... Poi c'è l'OVUNQUE, nn importa dove.
    partire o restare... partire dentro... restare al di fuori...
    molto bella!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0