username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'hotel di troppe stelle

I vortici del cambiamento hanno un colore tutto bianco
Di un hotel troppe stelle e nessuna qui di fianco.
Son le sagome delle città che mascherano buoni con assassini,
Vivi in silenzi, in sguardi persi, dentro prigioni senza confini.

All'hotel di troppe stelle i sogni vengono su robusti e forti
Che puoi inventarti tutto per rafforzarli e non farli morti
Come un ricordo antico di vent'anni, per archiviar 'l futuro
Che le speranze chiude ed accettarlo è sempre più duro.

All'hotel di troppe stelle s'affolla la compagnia
Pareti piene d'occhi che hai salutato e sei andato via,
Quando è scaduto il tempo ed urlava una nuova sfida,
Ma i loro eran distratti come se tutto fosse vita.

All'hotel di troppe stelle di amici ne ho incontrati
Sconosciuti il giorno prima e in uno sguardo per sempre grati
E mi hanno offerto un posto nel loro ripido cammino
E ne ho abusato un poco per quel che chiamano destino.

All'hotel di troppe stelle siamo privi di parole
Se non t'inganni bene prendon forma le paure
E se ci sei passato non è colpa di nessuno
Si prende come viene per disegnare il sorriso di qualcuno

E così ti ho visto piangere e poi ridere in un minuto
In un hotel di troppe stelle eri un diamante ma scalfito
E distante mille notti è stato mio il tuo tormento
"Hai mai amato qualcuno senza poterlo avere accanto?"

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0