accedi   |   crea nuovo account

Verso il Purgatorio

Iza le vele pè scivolar a la svelta
lo naviglio de lo ingegno meo,
che lassa lo putrido e indegno delta;

pè farvi noscere acque migliori,
ove li spirti umani se 'doprano
a purgar li loro mali cori.

Qui 'sendo sterile la poesì mea
a Caliopè affido dunque l'estro,
che de 'st'arte è degna dea.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 18/10/2015 11:14
    Versi encomiabile per stile et... pensiero. Lieta Domenica.

1 commenti:

  • Ellebi il 18/10/2015 12:27
    Ritengo sia ottima Don, seppur non pratico e avvezzo al tipo di linguaggio poetico. Un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0