PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mondo

Il mondo è la poesia di Dio
manifestatasi nell'overture delle forme perfette.

Perché se Dio è immateriale
è fatto di materia il suo volere
e così il mondo ha due braccia per agguantare
orecchi per sentire
una lunga barba verde per farci respirare.

Se penso al mondo non posso non pensare
alla fatica di stare al mondo.

Anche questa l'ha voluta Dio
voleva che l'uomo s'impegnasse nella materia
per costruire castelli di riconoscenza

eppure non è facile stare al passo con Dio e col mondo.

Il mondo va veloce
Dio va veloce
e chi si ferma s'avvicina all'oblio
come una talpa che scorazza cieca negli abissi della terra
senza trovare soddisfazione.

Ma è anche molto bello respirare il mondo
gli atomi ne godono come fossero cervelli pensanti
tutte le creature ne godono
e così il bambino e il cane hanno voglia di giocare
la formica e l'adulto voglia di lavorare
l'elefante e il vecchio voglia di riposare.

C'è qualcosa di strano nel mondo
un mistero di cui solo Dio possiede le chiavi

andiamo a ingrassarci senza smettere di ringraziare
siamo tutti degli eletti noi che lo componiamo
un mondo due mondi tre mondi quattro mondi
ognuno ha il suo e un Dio a portata d'orecchio.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 19/10/2015 08:19
    Bravo Ferdinando sempre su fb... a volte non Te lo dico neanche più ..
  • Rocco Michele LETTINI il 19/10/2015 07:41
    Diligentemente forgiata... Il mio elogio e la mia lieta giornata.

1 commenti:

  • roberto caterina il 19/10/2015 10:38
    Mi piace la chiusa e l'idea di avere un Dio a portata di orecchio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0