PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

"Silenzio"

Terra vestita
ride stanca,
all'assopir della più bella poesia: vita.

Lentamente, cuore anziano scordi il vibrare,
il tintinnio di lacrime
accompagna il focolare.

In compagnia dei secondi,
nella più cruda strofa,
rimi cuore e ricordi.

Tramonta triste il silenzio:a domani!

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Mea il 07/12/2011 03:17
    Pare una buona notte al proprio cuore, con la stessa fretta di chi ha sonno e non vuole esplicare il reale tormento. Immediata, chiara.
  • Ugo Mastrogiovanni il 23/10/2007 09:27
    Leggo migliaia di poesie e ne ho viste “di tutti i colori”! Queste di Castellarin mi sanno tanto di cablogramma: il testo è telegrafico, chiaro e deciso è gradevole ma ci trovo poco lirismo.
  • Alessandro Castellarin il 17/10/2007 11:42
    Un tenero saluto alla mia cara Zia... che ti arrivi in cielo!
  • Riccardo Brumana il 16/10/2007 21:40
    morire con la sola compagnia di un caminetto acceso? triste ma anche poetico. piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0