accedi   |   crea nuovo account

La cicala e la formica

Le Vostre labbra simili alla luna
al suo primo quarto vogliono
che io riveli i miei pensieri segreti
piccole indifferenze
di formica innamorata

Potrò dire
"canta ancora"

Nasce dal rumore di scarpe di paglia
la memoria dell'estate
così simile al nulla
se non ci fosse
la Vostra canzone
di cicala lontana.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 26/10/2015 10:01
    scarpe di paglia.. ed una cicala lontana.. che chiama ad un canto ancor più lontano.. a memoria d'estate.. ..
  • Rocco Michele LETTINI il 26/10/2015 08:53
    Una nota favola verseggiata col creativo che è in Te... Eccezionale nella sua espressività... Lieta settima Roberto.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0