accedi   |   crea nuovo account

I vecchi

Anche se non ti urtano
i vecchi ti chiedono scusa
ti stringe l'espressione confusa
rimanenze d'un mondo sano.

I vecchi portano ai piedi
scarpe ginniche acquistate a saldo
d'inverno li vedi con lo sguardo caldo
visi consunti sui marciapiedi.

Sembrano lucertole i vecchi
sulle panchine a prendere il sole
si sciolgono con poche coccole
durante i pasti visioni di gnocchi.

Li vedi ai crocicchi delle scuole
rallentar la corsa delle auto
ricambiar ai vicini il saluto
sistemar parchi e aiuole.

Se non ci fossero le favole
tramandate dai vecchi ai nipoti
crescerebbero tanti adulti vuoti
cuor senza poesia senz'altro duole.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 28/10/2015 06:24
    UNA DEDICA CHE LI ELOGIA DEGNAMENTI. DAI VECCHI... LA VITA SI FA STORIA... LIETA GIORNATA FABIO.

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0