accedi   |   crea nuovo account

[Senza titolo]

Ora sì:
distinguo il tuo volto
nel chiarore del mattino.
Trabocca di dolcezza.

Stupore travolge i sensi,
estasi è nell’aria
e rende le parole inane
in questo incanto senza dimensione
in questo orizzonte
ammantato di silenzio
dal quale provengono bagliori sconosciuti.

Mi conduci alta
lontana dai fragori mattutini;
i deserti s’irrorano d’assoluto,
verdeggiano le terre incolte dei pensieri
e il sole e la luna s’uniscono,
s’abbracciano languidi.
fondendosi.

Mentre il cielo si sgretola sopra noi
il tempo si cristallizza
in questo istante.

Alchimie cromatiche
si condensano in quell’istante.

Noi imprigionati nell’attimo incantato,
siamo soli.
Io donna nelle tue mani.
Tu uomo inebri di certezze la mia anima mite.

 

2
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Andrea Pinto il 03/11/2008 07:43
    bella
  • CLAUDIO CISCO il 31/10/2007 21:12
    versi suggestivi ed intensi
  • Gabriella Salvatore il 25/10/2007 20:48
    quanti modi esistono per parlare d'amore, le parole s'inventano, le immagini scorrono, gli occhi leggono e il cuore si emoziona, molt bella
  • Anonimo il 16/10/2007 23:44
    È Inutile l'amore fa sempre scrivere delle belle poesie.
    Brava Marilena, ciao.
    Angelica
  • Riccardo Brumana il 16/10/2007 22:13
    piaciuta!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0