username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non so quanti vorrebbero rivivere

Non so quanti vorrebbero rivivere
gli amori finiti malamente
quelli che appena iniziati
non facevano dormire la notte;
e si pensava, si ripensava ad un particolare
che fosse di lui, di lei, ma per noi
quasi una gemma, una goccia soltanto, un vero monile da serbare.
Così passavano i giorni
con questo mistero nel petto
un sasso caduto nella quieta fontana.
Poi
il taglio netto di una stoffa di raso,
il palpito di una giornata interiore recisa,
vedersi restare nella pochezza di un'afa
trascorsa al mare, guardando un punto fisso
senza alcun desiderio.
Continuano così, gli amori finiti malamente.

 

3
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/10/2015 16:23
    C'è sempre il rammarico di chiedersi perché i sassi caduti nella fontana non lasciano cerchi...
  • Rocco Michele LETTINI il 29/10/2015 13:03
    UNA DILIGENTE POESIA... CONSIDERAZIONE ENCOMIABILE DAL VERSO DI CHIUSA...

6 commenti:

  • marilena il 15/08/2016 13:30
    gli amori finiti a volte mi chiedo se lo sono stati!
  • alessandro mandelli il 03/07/2016 08:29
    gli innamorati (a volte) sono come due aquile che cercano di artigliare e mangiare il cuore dell'altro, finiscono malamente, il tempo come un buon medico risana le profonde ferite, ma fino a quando?
  • PIERO il 10/12/2015 17:36
    È vero, gli amori finiti malamente non vogliono lasciarci liberi, sembrano avere la missione di convincerci che finirà malamente anche il prossimo; ma è una nausea di cui dobbiamo disfarci
  • frivolous b. il 29/10/2015 19:37
    Ottima interpretazione!
  • roberto caterina il 29/10/2015 07:23
    Hai detto bene "finiti malamente" non semplicemente male...
  • loretta margherita citarei il 29/10/2015 06:55
    sensazioni veritiere, stati d'animo colmi di tristezza ben espressi, brava 1 abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0