PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Don Pompè

Vado pe' li vicoli
e Furcella la mia bella
a circà,
ma nun truvannula
me 'cazzo, e mo su guai,
ma nu guajonu
na rosa rossa
dandomi,
me indica la guajona
e se la squaglia;
e i, Dun Pumpè,
la rincorru,
l'acchiappu,
ma nun su duluri,
ma sulu vasi,
ca nun facennu purtusi
allarga lu coru
e la bella sposa.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 30/10/2015 17:27
    una graziosa scenetta per i vicoli di Forcella...
  • Rocco Michele LETTINI il 30/10/2015 15:25
    Favoloso verseggio in stile romanesco Don Pompè. Originale et... creativo come sempre. Lieto weekend.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0