accedi   |   crea nuovo account

Dall'altra riva

Quanno l'arconte,
lo Acheronte
la riva passò,
smarrito se trovò,
due novembre essendo,
a la tavola invitato fu
fra giulivi et truculenti
pranzetti
a lo rimembrar
de chi fu,
ed Egli fu,
anzi è,
a rimembrar voi
di drizzar la via.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2015 06:26
    ESEMPLARE POETAR... AMICO DI TUTTI NOI DE LA GRANDE CASA DI POESIE RACCONTI

2 commenti:

  • Marysol il 03/11/2015 23:34
    Bei versi Don, ma ancora di più il significato!
    Ci vorrebbe davvero qualcuno che ci mostrasse la via, e ci aiutasse a non
    perdere di vista gli obiettivi prefissati...
    Saluti cari
  • Don Pompeo Mongiello il 02/11/2015 18:43
    Posso dirvi solo una cosa, so chi sono, sono un VERO POETA, che molto probabilmente non mi meritate, questo sito agonizza, facendo morire i suoi figli migliori, con la complicità dei fratelli e sorelle.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0