PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Barboni

Ai bordi delle strade c'è la mercanzia
Barboni dentro rifornimenti come carne da macello
Non il vento adesso non la pioggia né la neve!
Nel retro di un bordello dormo con la testa reclinata nello scalino.
A New York è festa, il capitale avanza, il capitale si divora tutto
Ma tu devi vivere questa vita da strada perché hai perso il lavoro,
sei un barbone una roba di poco conto
la luna adesso è satura di lacrime
un ultima risata prima di diventare nuovamente polvere.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/11/2015 06:27
    ESPRESSIVA QUANTO RIFLESSIVO VERSEGGIO... STRAORDINARIAMENTE COSTRUTTO.

1 commenti:

  • roberto caterina il 03/11/2015 08:40
    I barboni a N. Y. ma un po' in tutti gli States e altrove è una realtà davvero satura di lacrime..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0