PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Come eravamo

Il boom economico
regalò apparente agiatezza,
modificò usi e costumi,
vecchi tabù
caddero man mano
spostando
i confini della moralità.
Il baciarsi in pubblico
non era più osceno,
i pruriti adolescenziali
assecondati in camporella.
Le ragazze indossarono
le minigonne,
prendevano e davano
sesso a metà,
resisteva ancora
il mito della verginità.
I ragazzi,
perdevano la Loro
con vecchie puttane
o con focose masturbate.

Il mondo diviso a metà,
blocco comunista
e blocco occidentale.
L'Italia creava il miracolo
con vagonate di dollari
elargite dagli Americani
e i Russi
non erano da meno.
Lo stivale,
portaerei nel Mediterraneo,
satellite ambito.

Ambita anche
una poltrona in Parlamento.

Il voto
comprato in Lire,
riscosso poi,
ad elezione avvenuta,
in Dollari.
Dollari sonanti Americani,
dispersi,
nei mille rivoli
di una burocrazia nascente
al servizio degli eletti;
e il dollaro
valeva seicento Lire.

12

3
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/11/2015 14:46
    Ho rimembrato la mia adolescenza... gli anni dell'agiatezza... Versi abilmente costrutti... Il mio elogio Glauco.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/11/2015 11:12
    bella Ezio.. interessante.. c'era anche un futuro.. da sognare e preparare.. ora come oggi potrebbe anche non più continuare...
  • Glauco Ballantini il 11/11/2015 10:26
    Mi aspetto la parte del "come siamo diventati"...

2 commenti:

  • Rocco Michele LETTINI il 11/11/2015 15:25
    Scusami Ezio... per averti dato altro nome...
  • Anonimo il 11/11/2015 13:55
    Interessante,,, e poi?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0