PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Capisco che è stato un bene

Capisco che è stato un bene
lasciarti andare.
Cosa sarebbe successo se quel giorno
noi ci fossimo incontrati a Milano?
Io me lo chiedo spesso.

Ma, lo so, di aver fatto la mossa giusta
sottraendoti il mio corpo caldo
che tu eri pronto a divorare
lasciandoti indietro il vuoto
lasciandomi indietro gli avanzi del mio cuore
dilaniato.

Capisco, ora, che non ti avrei riamato,
che non ti amerò mai più,
che non ti ho mai nemmeno amato.

Volevo regolare i conti,
e tu non l'hai capito.

Capisco, adesso, che non poteva esserci un caffè
sotto il sole settembrino, per noi,
chiacchiere spontanee e risate liberatorie.

Mi avresti solo, è questa è la dannata realtà, sbranato
per nutrire il tuo stupido ego.

Capisco, e ne sono sicuro, che non mi ami,
io non ti amo,
perché tu non sei altro che la proiezione mentale
che il mio cuore gelido amava
per scaldarsi un poco.

Ora capisco
ti lascio andare...


e continuo a vivere.

 

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 12/11/2015 06:53
    L'amore è l'enigma più indecifrabile. Lasciarsi o continuare a farsi del male?
  • Vincenzo Capitanucci il 11/11/2015 11:16
    tu non sei altro che la proiezione mentale
    che il mio cuore gelido amava
    per scaldarsi un poco... anche se questo sembra il seguito logico.. ci credo poco.. non ti ho mai nemmeno amato...

2 commenti:

  • frivolous b. il 12/11/2015 08:36
    Salvo si dice anche da noi!... grazie ragazzi siete splendidi!
  • Anonimo il 11/11/2015 14:46
    Ciao,
    scusa la crudezza, nella terra di Sicilia si dice: "Ogni lassata è pirduta". Quindi se tratti un argomento reale ne sono dolente.
    Un abbraccio amicale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0