accedi   |   crea nuovo account

Voglio subire la vita

Voglio subire la vita
come fossi un eucalipto
che giace davanti a un fiume.

Ogni vento che lo tocca
non scalfisce la bellezza.

Così il tempo non può scalfire me
che resto immobile
davanti al susseguirsi delle ore.

Non c'è disonestà nelle mie parole
non ci sono accordi o disaccordi
con l'ultraterreno
ogni movimento è un movimento
rubato all'Assoluto.

Parola di poeta che si addormenta
dentro i tasti
mentre viene giù
la poesia più bella della sua vita.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/11/2015 13:01
    Dall'Assoluto... il vivere non subìto. Acuto quanto abile verseggio Ferdinando.
  • Vincenzo Capitanucci il 14/11/2015 08:31
    messa sulla mia pagina di fb.. con in commento un passaggio del'altra Tua poesia.. con un tronco di eucalipto.. dagli "arco -balenici" colori...

    commento...

    Mi sono ritrovato folle
    vedendo nell'abituale
    il miracolo della vita... oh sì ... caro Ferdinando... ( corteccia d'eucalipto)

2 commenti:

  • Ferdinando il 14/11/2015 08:44
    Vincenzo, grazie mille per la costante attenzione che riservi ai miei scritti...
  • Vincenzo Capitanucci il 14/11/2015 07:28
    ogni movimento è un attimo di sole rubato all'assoluto della notte... e così vivo...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0