accedi   |   crea nuovo account

La mia piccola

La mia piccola ha le occhiaie nere
nere come la pece di un Natale
mai arrivato.

La mia piccola ha due grandi mammelle
che usa come schermo
contro il mondo cattivo.

La mia piccola è piccola
ma mai veramente piccola,
balla Jazz
sulla poltrona
mentre guarda la televisione.

Ho visto in lei un paradiso
forse troppo amaro.

Mi sono battuto per far sì
che diventasse mia.

L'ho amata come amo
lo sbocciare
di un fiore.

Oggi la penso
e nello stomaco
fermenta la mia rabbia
come pane raffermo.

Addio Lulù
un bacio in fronte
e uno nel cuore
come benedizione
al tuo prosieguo.

 

2
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 16/11/2015 04:45
    la mia piccola è piccola... e alle sue mammelle bevo quel poco di vita... che mantiene in vita... il mio pane raffermo.. Lulù ..
  • Rocco Michele LETTINI il 15/11/2015 09:20
    Un sentito quanto profondo decanto costrutto amabilmente.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0