PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ragazzo della foto

Ciao,
sono sempre io.
Lo so, sembra incredibile, anche a me.
Dico a te, a quello della foto.
A quello che gioca a far la gatta morta
con il proprio uomo
e con quegli altri due.

Sono passati solo quattro anni,
ti ricordi?
No, tu fingi di non ricordare,
o forse non ricordi davvero.
Quel sorriso, quella gioia di vivere negli occhi
e in quel tuo esile corpicino,
eri pazzo d'amore, eri languido.

Tu eri me
e io sono te.
Eri bello ragazzo della foto.
Mi sa che davvero non si sa quello che si ha fino a che non lo si è perso;
per noi la bellezza si rivaluta nel tempo,
la bruttezza non si svaluta mai.

Ciao,
ero sempre io,
quattro anni fa in una Torino estiva, per niente spettrale,
monumentale,
bellissima!
Io, lui e gli altri due...

 

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 17/11/2015 09:36
    non so perché ma mi ha fatto tornare in mente... bang bang... ragazzo triste come me.. bang bang... io sparo a me.. Tu spari a me.. bang bang..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0