PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dei poeti è vecchio il vizio

Chi per primo parlò di Tantalo?
Chi del suo supplizio?
dei poeti è vecchio il vizio
di cacciarsi in mezzo ai guai.

Per caso bello mio,
ti conobbe l'epica sorte?

Tra queste carte, croste di lacrime
e rimasugli di raffreddore,
s'incrosta un misto di sudore
dolore, muco e umore,
caduto per caso fuori dal naso
nel ventre d'un balcone
o sul petto d'un maglione

sempre una brutta sensazione
quella dei miasmi umani per
quell'inconfessabile verità
di carne e terra
che il pensiero sublima
ma non sotterra.

 

5
8 commenti     8 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

8 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 11/12/2015 11:28
    Ci sono i falsi poeti, che non hanno sentimenti e non avendoli non sanno esprimerli, quelli veri anche un fiore di campo è importante e lo sa mettere su un piatto d'argento. Brava!
  • frivolous b. il 02/12/2015 08:58
    Davvero carina, anche un po' scanzonata, brava!
  • Francesco Andrea Maiello il 30/11/2015 16:52
    ... e il buio della terra (sistema nervoso) elabora il pensiero... luce spirituale!
  • Anonimo il 23/11/2015 07:41
    Quanti miasmi esalano dai versi dei poeti( versi?), ma la fame di fama non sublima il pensiero... lo sotterra!
  • Gino il 22/11/2015 17:32
    Una fotografia sintomatica della malattia che colpisce immancabilmente chi vuol far poesia. È una ludopatia, s'insegue la musa a scapito persino della propria igiene, ci si accoccola in ogni luogo, anche "nel ventre d'un balcone" per sognare una realtà che ad onta di tutti i più alti voli pindarici è fatta comunque di terra e carne.
    È un'ironia fresca e ben musicata che non può far che bene a chi si presume d'esser poeta.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/11/2015 13:22
    TANTO DA PARLARE SU NOI POETI... A VOLTE TANTA ARGUZIA... A VOLTE TANTA FURBIZIA... CONDITA DI BUGIA... UN OCULATO QUANTO STRAORDINARIO DECANTO... IL MIO SALUTO SILVIA.
  • roberto caterina il 22/11/2015 13:04
    Eh sì o forse no, i poeti spesso sono candidi-callidi... ben furbi per alcune cose e il loro mettersi nei guai a volte fa parte della loro furbizia...
  • Vincenzo Capitanucci il 22/11/2015 06:55
    chi ha un animo poetico si caccerà sempre nei guai.. anche dal sottoterra.. essendo immortale.. per sublimare tutti i resti dei miasmi umani..

8 commenti:

  • silvia leuzzi il 07/02/2016 08:56
    Grazie Pompeo sei davvero gentile in giornata voglio leggere i tuoi ultimi lavori, scusa la mia assenza ma sono davvero in un periodo difficile. Grazie grazie un abbraccio buona domenica caro amico
  • Don Pompeo Mongiello il 05/02/2016 16:39
    Confermo quando ho detto ed aggiungo che ci tengo molto al don, più che a Pompeo.
  • silvia leuzzi il 13/12/2015 21:51
    Grazie Grazie Grazie Arcangelo davvero gentile il tuo pensiero e il tuo commento. Grazie ancora a tutti voi che avete gentilmente lasciato un segno della vostra lettura. Un abbraccio
  • Anonimo il 11/12/2015 14:08
    Il testo mi ha ispirato un pensiero che m'auguro sia gradito: "molti sono in grado di comporre opere, pochissimi capaci di saper vivere, mostrandone la preziosità del contenuto". Davvero apprezzate le riflessioni corrette decantate dall'autrice. Grazie per averle condivise!
  • silvia leuzzi il 11/12/2015 11:33
    Grazie Pompeo sono contenta che ti sia piaciuta, sei sempre molto cortese e gentile a rileggerci
  • silvia leuzzi il 03/12/2015 08:54
    Sono contenta amici che abbiate apprezzato questi versi sgraziati. Un abbraccio
  • silvia leuzzi il 23/11/2015 09:03
    Grazie miei cari del vostro commento sempre graditissimo. vi auguro buona settimana
  • Ettore Vita il 21/11/2015 22:19
    Carina!
    Siamo poeti, pensatori eppure siamo impastati di terra.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0