username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Verso casa

Freme il salto d'acqua
contorti i tronchi
tra gli sforzi del vento
un'iride radiosa del verde
nella certezza della luce.

Porterò con me il calpestio
di rami e foglie secche
nel languore che prende a sera
sulla scia dei passi verso casa.

 

2
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • AlfaCentauri il 19/11/2016 20:56
    DI SEGUITO I NOMI DEI CLONI USATI IN PR
    PER DERIDERE L'INTERO SITO E ARRUFFIANARSI QUALCUNO PER OTTENERE COMMENTI E ATTENZIONI... PARLANDO MALE DI ALTRI!!!

    e quando nessuno se lo fila si COMMENTA DA SOLO

    AHAHAHHA... VECCHIO BAVOSO RIDICOLO DI UN SABBIOSO SALVATORE LINGUALUNGA ACCOMPAGNATO DA UNA STREGHETTA

    @ CLONE/angelo cosentino

    ...

    CHE era...
    kmanio
    kalmankose
    benedictusman
    casasopra
    adalagisa scanagatti
    ofelia
    annetta
    vincenza bartolotta
    wc (IL CESSO)
    Asdrubale vannetti
    e consorte Gemma...
    ninfobella
    aldeide
    eva
    eufemia zecchin
    rafaela visconti
    brancaleoneamintas
    °_i_°
    teresina martinsky
    finuccia tricarico
    alberico oldofredi

    altri ed altri... e...

    anonimo xu
    tore martino - falso
    Wanda Ceccarelli in Oggiscrivo
    con testo di ANGELO COSENTINO per fare le soffiate
    a gente idiota come lui,
    poi cacciata a pedate dal titolare

    presenteassente

    ed adesso è...
    domiziana gigliotti O DOMIZIANA MIGNOTTI
    con testi di grazia genovese, ovviamente tolti
    edoardo bonomo
    presente
    marianna vaccarossi
    POLALAPORCA
    GATTONEROLURIDO

    deciomassimo II con testi di angelo cosentino
    su poetichouse
    - e pure lì è stato ripreso perché
    ha messo testi offensivi/ALLUSIVI

    ...

    E CHISSà QUANTI ALTRI ne ha ovunque... !!!

    data l'età e i troppi cloni, ogni tanto perde le pw e sparisce nei loculi della sua memoria!!!

    QUESTO TESTO ERA NELLO SCLUB SPOETICO SOTTO ALTRO FALSO NOME
    QUALE UN CERTO "LIBERO"
    SEEEEEEEEEEEE... AGLI ARESTI DOMICILIARI

    6 1 VECCHIO BIASCICOSO BAVOSO RILUTTANTE E GIUSTO CHI DORME TI COMMENTA!!!

    SE AVESSI LA COSCIENZA PULITA DORMIRESTI... ALTRO CHE ARIA.
    A TE MANCO L'ORA D'ARIA DEI CARCERATI TI SPETTA...

    I MURI DEL GIARDINO SONO INTRISI DI PISCIO DI CANE
    E LA CASA TI SUGGERISCE DOLORE PERCHé i muri te sò crollati addosso

    menomaleeeeeeeeeeeeeeeeeee

    @ chiraaaaaaaaaaaa

    svejate! MA PURE VINCENT... CHE RINCO!
    o non lo riconoscete o lo conoscete fin troppo bene

    sto schifoso!
  • vincent corbo il 08/03/2016 09:14
    Poesia che trasmette i rumori dell'anima che freme assaporando il ritorno.
  • Anonimo il 02/03/2016 18:49
    Lirica molto intensa, nella descrizione delle bellezze naturali che l'autore ha modo di osservare, durante il tragitto "verso casa". Sembra di immergersi in quel paesaggio e di sentire il rumore delle foglie calpestate dal passo umano. Versi davvero belli e che condivido appieno!
  • Anonimo il 26/11/2015 11:24
    Chi commenta si dirige verso gli autori fossilizzati... Dispiace che la tua poesia sia solo letta, mentre meriterebbe lodi, quelle lodi che io ti rivolgo.

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 23/07/2016 21:31
    Mi unisco al coro di elogi per questa tua poesia dove trasmetti davvero la sensazione piacevole di tornare verso casa, verso un punto fermo, una delle poche certezze di cui siamo certi. Complimenti
  • Fabio Realacci il 04/03/2016 17:54
    Generosa Chira sei un'adulatrice che non posso che apprezzare. Purtroppo PR non pubblica il mio testo ed io mi arrangio...
    Grazie molte.
  • Fabio Realacci il 04/03/2016 17:53
    Una piacevole interpretazione dei miei versi. Grazie, Arcangelo.
  • Fabio Realacci il 04/03/2016 17:52
    Ringrazio con un imperdonabile ritardo Edoardo. Scusami.
  • Chira il 04/03/2016 12:34
    Bella, come tutte le altre poesie e mi piaci moltissimo anche nei racconti. Perché non pubblichi tutto su pr? Avrebbe più giusta visibilità anche "Ad Eleonora".
    Chiara
  • Fabio Realacci il 03/03/2016 19:58
    Ad Eleonora
    ( poesia non pubblicata da PR)

    Mista nel miscuglio
    di sensi ed anima
    una soffice carezza
    riempie il viver tuo.

    Amore non si rivela
    nel buio della stanza
    se abbracci il seno
    se sdegni la mia voglia.

    Al mutar di un'eccezione
    affido le mie pene dure
    al transito d'un bagliore
    bruciante di passione.

    Sconvolgi l'aria tesa
    qual lenzuolo annodato
    satura in fremente attesa
    del battito della tempesta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0