PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Goganga goganga goganganghinga( omaggio a Giorgio Gaber )

In questo tempo
dove
anche i sinceri sorrisi sembrano passanti sospetti

la ganga fiorì

e
la chiamarono Cerutti Gino

dategli retta
non vogliate fare tutto da soli

fatevi fare uno shampoo e dai vostri divini amanti un fischio

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Glauco Ballantini il 26/11/2015 08:41
    ... poi il dottore vi darà l'apparecchietto... goganga.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/11/2015 07:47
    Espressivamente eccezionale quanto forte del Tuo acume...

2 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 26/11/2015 15:55
    Giorgio... indimenticabile. Gentile, sarcastico, intelligente, fuori dal coro... Quanto mi manca! Grazie per averlo ricordato.

    Rammenti queste sue frasi? Non ti sembrano quanto mai attuali?
    "C'è solo la strada su cui puoi contare, la strada è l'unica salvezza; c'è solo la voglia, il bisogno di uscire, di esporsi nella strada, nella piazza. Perché il giudizio universale non passa per le case, in casa non si sentono le trombe, in casa ti allontani dalla vita, dalla lotta, dal dolore, dalle bombe."
    e la mitica
    "Libertà è partecipazione".

  • Glauco Ballantini il 26/11/2015 08:42
    E i turchi lo abbatteranno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0