PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Abbracciate il Vostro Pil apre le ante dell'arma dio

Oggi
vi parlerò sotto una forma bizzarra di una cosa
che già sapete
ma
che è ancora da realizzare in tutti noi

se
abbassiamo il ponte levatoio
o
meglio ancora se lo leviamo completamente come un antico portentoso leviatano almeno sul lato di levante per alcune miglia

levitiamo

Sì sì
quello a forma di avvoltoio che noi vediamo come un delizioso merletto dalle ali spioventi

il nostro Kafkiano castello
spione di venti
diventa una stella lucente pulsante di luce propria

senza subire nessun processo paterno né truce e metamorfosi
infamante

Non dimenticate che gli avvoltoi quando c'è penuria di cibo si strappano col becco pezzi del loro corpo si aprono una coscia nutrendo con il sangue i loro piccoli

esattamente
come fate voi con il vostro cuore per i vostri figli

Anche io ho una figlia
ma non mangia

è
il frutto del mio prodotto interno lordo
e
mi procura solo oro

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/11/2015 07:50
    Tanto mirabile e tanto oculato pare... che intender non può chi non ha cuore... Il mio amichevole saluto Vincè.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0