PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Verso la luce

Gocce di luce allietino la sera;
oh dolce amico mio non devi piangere,
a quelle stelle lieto potrai giungere,
senza vedere il cielo che si annera

Il cuore silenzioso batte e spera
di potersi alle rose ricongiungere;
le rocce delle vette vuoi raggiungere
quella meta lo sai non è chimera.

Io t'invito a sedere alla mia tavola
e il cibo prelibato non respingere;
potrai così ascoltare la mia favola.

C'è un facile sentiero che ti agevola,
dei gigli sul cammino potrò aggiungere,
e una voce nascosta è assai benevola.

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2015 17:56
    Un plauso floreale per questa tua straordinaria davvero!
  • Francesco Andrea Maiello il 03/12/2015 15:55
    Versi sublimi... profumati di rose e gigli!
  • Rocco Michele LETTINI il 30/11/2015 12:12
    FANTASTICA NELLA SUA TEMATICA E NEL SUO MAGISTRALE STILE POETICO. UN PREGNO DI DOLCEZZA DAL TUO CUORE... SERENA SETTIMANA.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/11/2015 11:48
    Bellissima Verbena.. quella meta lo sai non è chimera.. e una voce nascosta Ti agevola..

1 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 30/11/2015 13:17
    Una poesia illuminata... da versi bellamente rimanti e dal tema molto efficace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0