username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mondo fluttuante

Ad ogni passo
mi rivedo com'ero
perchè il tempo
è un salice
dai rami intrecciati

Vicino al fiume
attendo la mia sera
mentre un gatto
sornione si avvicina

Dai raggi all'orizzonte
esce il viola, il verde
cristallino, ecco il fuoco
che prelude alla notte

Così entro nell'oscurità
simile a un cigno
che nuota silenzioso
nelle acque immobili.

 

6
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 02/12/2015 09:12
    Molto belle e eleganti queste tue quartine che sanno di fiumi e silenzio e cigni...
  • Rocco Michele LETTINI il 02/12/2015 08:57
    Un arguto verseggio forgiato in sentite strofe altamente espressive... Lieta giornata Vincenzo.
  • frivolous b. il 02/12/2015 08:55
    Molto "maledetta" questa tua poesia... bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 02/12/2015 07:38
    molto bella.. Vincent si sente un eterno ritorno... di quello che è ...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0