PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'inverno

Cala il sipario sull'afosa estate
il sole mesto lascia la pianura
e il buio oscura le serate amate.
S'apre una porta che è priva di mura
ove il vegliardo dalle spalle arcuate,
scaglia con forza, creando paura,
l'acque, le nevi, i venti e un grande gelo.
Brividi, freddo e affanni sotto un cielo
ch'avvolge l'homo dall'era del melo
mentre la vecchia decide con cura.

 

2
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/12/2015 17:45
    Un plauso per questa tua eccezionale,
  • vincent corbo il 04/12/2015 07:25
    Una poesia espressiva quasi come un dipinto.
  • Vincenzo Capitanucci il 04/12/2015 06:52
    molto bella Sergio... questa porta d'inverno priva di mura che apre la via a mille malanni..
  • Rocco Michele LETTINI il 03/12/2015 14:41
    Un verseggio invernale eccezionale. Il mio saluto Sergio.

3 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 22/03/2016 18:44
    Sappi mio caro Sergio, che nel mio cuore rimarrai e ti stimo come poeta e soprattutto come amico del cuore, sul quale tengo la mano.
  • angelica hartl il 04/12/2015 21:15
    bellissima! sopratutto gli ultimi due versi m ispirano
  • sergio il 03/12/2015 17:33
    grazie Rocco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0