PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

San Francesco le scarpe strette ed i calli di una preoccupante partita doppia (idem per Carpe diem)

In un angolo remoto
della mente umana
si annidano
nidi di preoccupazioni

rubano giorni al tempo

- non ho trovato
alcunché di questo lento morire

neanche nel più aggrovigliato letto della più caotica giungla

a parte qualche cane e animaletto
nel sotterrarsi gioiosamente l'osso per il domani

Chissà se
è
il loro lancinante cinguettio
udito
ancor prima dell'alba

il loro becchime preferito sono i semi radiosi del nostro presente

Se non avessi la fede in un credito provvidenziale e se non indossassi un paio di pittoreschi sandali

dovrei
fratello lupo e sorella cambiale

lucidare
in ogni istante le carpe dello stagno

per vederci più chiaro

In verità di menzogna vi dico che l'ho sentita arrivare ancor prima che fosse partita e che le ho pescate tutte anche quelle non nate e le più immaginarie

Già da bambino
nel giardino comunale davanti a casa mia mi rasserenavo nel dar del pane alle loro fameliche boccheggianti bocche

distanti

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0