PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore eterno

Mi vorrei chiamare amore
per quel nulla che ci unisce,
prender ciò che si capisce
senza avere alcun timore.

Gioia, pianto e nostalgia,
nel silenzio son racchiusi;
occhi e labbra sono chiusi,
pieni di malinconia.

Buca il tempo il mio pensiero,
tien nascosto ciò che voglio;
nello spazio non c'è scoglio,
per l'amore veritiero.

Quel tuo volto tanto amato,
io lo guardo da lontano;
nulla può essere vano
se il tutto è sublimato.

So che nulla andrà perduto,
sempre giovane è l'amore
Intatto rimarrà in cuore,
lo sentirai anche se muto.

L'esigua nostra misura,
non può contener l'immenso;
potrà solo avere un senso
se sapremo averne cura.

 

0
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 09/12/2015 08:48
    una poesia "confezionata" in modo, direi, assai classico!
  • Vincenzo Capitanucci il 08/12/2015 16:19
    l'immenso senso... di un amore eterno .. mai andrà perduto..è la nostra immutabile essenza... sempre grande Maestria nello scrivere Verbena..

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0