accedi   |   crea nuovo account

Labbra di vocali (sinalefe)

È piacevole
per chi scrive
fare incontrare due parole

creando
un piccolo suggestivo decoro negli occhi di un lettore

rubandola dai ricordi
una panchina di legno azzurra posata come un batuffolo di nube su una passeggiata di quarzi rosa

qualche albero intorno

tra cui un tiglio

per dar un profumo al silenzio della notte e coraggio ai loro timidi e quasi invisibili bisbigli

uno specchio di mare in cui potere contemplare le loro anime assetate
piccoli noci
scintillanti sulle profondità della stessa onda

un taglio di luna a forma di falce nel cielo per far cadere le consonanti delle loro labbra in dolce vocali

consone di ali amanti

e
un leggero brivido di freddo

colore ambra

a farle avvicinare

 

2
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 11/12/2015 11:36
    Fregandosene della sinalefe, è un fiume di parole che scorre leggero, portando al cuore un po' di pace ed allegria. Bravo!
  • roberto caterina il 09/12/2015 19:17
    La sinalefe è un incontro previsto, ma che appartiene sempre a due modi diversi...
  • Rocco Michele LETTINI il 09/12/2015 09:06
    La sinalefe... un assemblaggio di amanti: l'uno con l'altro! Sensazionale Vincè. Buona giornata

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0